CentocelleToday

Scongiurata la chiusura del consultorio familiare di via Manfredonia

La mobilitazione popolare raggiunge il suo scopo: il consultorio familiare di via Manfredonia nel Municipio VII non chiuderà

Mobilitazione consultorio via Manfredonia

La mobilitazione popolare, la raccolta di oltre 1.700 firme in poco più di due settimane da parte delle donne e delle associazioni unite alla tempestività con cui il Municipio Roma VII è entrato nella vicenda, hanno prodotto un risultato insperato: il Consultorio di Via Manfredonia aperto ben 31 anni fa non chiuderà.

Questa è la decisione scaturita durante la seduta della conferenza Sanitaria Locale della Asl RmB riunitasi il 16 ottobre nella sede di via F. Meda, 35.
La conferenza Sanitaria della Asl è formata oltre che dai quattro presidenti del V, VII, VIII e X Municipi, dai quattro direttori dei Distretti Sanitari, dal Direttore Sanitario e Amministrativo, dal Direttore Generale e dal Delegato del Sindaco.

Il presidente del Municipio Roma VII Mastrantonio (a cui appartiene il consultorio) ha strappato dopo due ore di confronto la certezza che il consultorio rimarrà li dovè e questo nonostante che avesse già avviato le procedure per la chiusura con tanto di lettere ai dipendenti e la disdetta delle utenze.  Durante la seduta è stato anche deciso di costituire un gruppo di lavoro che vede la partecipazione anche dei presidenti dei quattro municipi (o di loro delegati) il quale avrà due mesi di tempo per verificare la distribuzione dei servizi sanitari sui territori, la idoneità delle strutture ed eventuali progetti migliorativi sia sotto l'aspetto assistenziale che dell'accoglienza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel pomeriggio il presidente Mastrantonio e la Giunta hanno incontrato presso la Sala Consiliare di via Giorgio Perlasca i cittadini e le associazioni che con la loro protesta e le loro iniziative hanno contribuito al ripensamento della Asl circa ca chiusura del Consultorio Familiare.
Numerosi gli interventi dei cittadini i quali oltre a sostenere la necessità di mantenere sul territorio il consultorio ne hanno richiesto anche il potenziamento visto che ormai da tempo eroga prestazioni socio-assistenziali di concerto con il servizio sociale municipale. Dello stesso avviso il presidente della Comm.ne Politiche Sociali del Municipio il Dr. Biagio Valente.
Nella discussione è intervenuto anche il dott. Antonio Maracino portavoce del direttore Gen/le e i consiglieri municipali Fabroni, Fannunza e Arena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento