CentocelleToday

Roghi tossici a Tor Sapienza, Fdi interroga Raggi: "Si svegli, la situazione è al limite"

Con il documento viene richiesta la chiusura della baraccopoli di via Salviati

Foto Facebook Roberto Torre

Roghi tossici e cumuli di rifiuti. La situazione di via Salviati e via Sansoni è finita in un'interrogazione urgente alla sindaca Virginia Raggi e alla sua giunta. La firma è quella del consigliere capitolino di Fratelli d'Italia e vicepresidente dell'Aula Giulio Cesare, Francesco Figliomeni, che, insieme a Fabio Sabbatani Schiuma, capogruppo in V Municipio, e Daniele Rinaldi, coordinatore in V Municipio, denuncia: "La situazione è al limite". 

Questa la situazione delineata: "Tra miasmi dei roghi tossici, montagne di rifiuti alte alcuni metri, resti di macchine bruciate lungo la carreggiata, odori nauseabondi e fogne rotte il quadro è completo" scrivono in una nota. "Le tante e continue segnalazioni che ci vengono fatte dal comitato di quartiere Tor Sapienza, meritano la massima attenzione e devono essere risolte perché non si possono far vivere delle persone in queste condizioni, in quanto non esistono cittadini di serie A e cittadini di serie B". Continuano: "L’aspetto paradossale di tutta la vicenda è che in via Sansoni è presente anche la questura di Roma-ufficio immigrazione che affaccia le proprie finestre su questo scenario da paese del terzo mondo, che sembra non sortire nessun effetto". 

La richiesta è quindi quella di chiedere alla sindaca Raggi se ha intenzione di emanare un'ordinanza "contigibile e urgente" per la chiusura della baraccopoli di via Salviati, così come del resto richiesto anche dal consiglio municipale del 25 gennaio scorso. Al centro della preoccupazioni i "l'emergenza igienico sanitaria che turba la convivenza dei residenti costretti ad inalare continuamente sostante tossiche diffuse dall'accensione indiscriminata di fuochi". 

Un faro è stato acceso anche sulla situazione di via Sansoni. La richiesta avanzata è "far eseguire con celerità le opere necessarie su via Sansoni e quindi farla riaprire al traffico, anche in considerazione che gli scavi sulla sede stradale sono stati riempiti di notevoli quantità di rifiuti".

Scrivono gli esponenti di Fratelli d'Italia in una nota: "Chiediamo al sindaco Raggi di svegliarsi dal suo torpore consueto e di farsi promotrice verso il ministero dell’Interno per trovare una soluzione definitiva, a partire da un controllo capillare da parte delle forze dell’ordine". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

Torna su
RomaToday è in caricamento