CentocelleToday

Tor Sapienza, sesso all'aria aperta in viale Morandi: le foto choc dei residenti

Siamo a pochi metri dal vallone di via Severini dove una decina di famiglie di senza fissa dimora hanno costruito un mini insediamento. I cittadini parlano di sesso consumato alla luce del sole: "Si è passato ogni limite. Assistiamo a scene da film hard"

Se a lucciole e trans in strada ci hanno fatto ormai il callo - quasi un accidente del destino per chi vive in quella sorta di quadrilatero del sesso che è diventata la zona tra vialeTogliatti e Tor Sapienza - alle promiscuità all’aria aperta, non riescono proprio a rassegnarsi. E quando certe scene vengono consumate davanti al cortile in cui giocano i tuoi bambini, beh allora distogliere lo sguardo e far finta di nulla può diventare molto difficile. Lo raccontano i residenti di viale Morandi, dove alcune famiglie di senza fissa dimora si sono accampate da qualche tempo. E dove, da qualche tempo, si sono smarriti i rudimenti del vivere civile e il comune senso del pudore.

"Queste due foto rappresentano il superamento di ogni limite - spiega l’ex Assessore Alessandro Moriconi che segue da tempo la vicenda -. I rapporti avvengono ormai nelle vicinanze delle abitazioni tanto che i residenti potrebbero tranquillamente girare un filmato hard di buona qualità" . Le foto sono di per sè abbastanza eloquenti, e non vale la pena spenderci altre parole.  Vale la pena invece ricordare che lo scandalo del sesso consumato alla luce del sole non riguarda solo viale Morandi ma tutta la zona che va da viale Togliatti a via De Chirico.

Altrettanto hanno riferito gli abitanti di via Salviati, che spesso sono costretti a voltarsi dall’altra parte per non assistere agli atteggiamenti promiscui di cui sono autori alcuni rom del campo Salviati 2. E comportamenti analoghi denunciano i residenti di viale Togliatti, che da anni fanno i conti con le lucciole che affollano i marciapiedi di fronte al Centro Carni. Certo la prostituzione è una piaga difficile da estirpare. Venisse esercitata alla cheticella, per gli abitanti di Tor Sapienza sarebbe già qualcosa.

Per il consigliere capitolino di Fratelli d'Italia, Dario Rossin, “quanto denunciato dai residenti di via Morandi a Tor Sapienza è la dimostrazione di come la nostra città sia ormai preda di soggetti senza il minimo senso del pudore, delle legalità, del vivere comune" ha commentato. "La prostituzione deve essere combattuta con ogni forza e servono leggi nazionali severe per debellare questo fenomeno che invade le nostre strade, attraverso l’introduzione del reato stesso di prostituzione". Rossin attacca anche gli accampamenti abusivi "che degradano e mettono a rischio intere aree a loro circostanti, con spettacoli squallidi ai quali non vogliamo più assistere. Marino e la sinistra continuano a perdere tempo dietro ai Fori, mentre Roma sta scivolando nel torbido dell’inciviltà”.

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

I più letti della settimana

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Perde il controllo della moto e finisce contro il guardrail: morto 27enne romano

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

  • Interrogatori, autopsia e filmati delle telecamere di sorveglianza: giallo di Torvaianica verso la svolta

Torna su
RomaToday è in caricamento