Centocelle Today

Marchini in tour da Tor Sapienza a La Rustica: "Stroncare ogni attività illegale"

Il leader candidato sindaco ha visitato i quartieri del V municipio questa mattina. Da i roghi di via Salviati al degrado di viale Morandi: "Sicurezza e legalità le priorità per il territorio"

I cuori spezzati fanno tappa a Roma est. Una mattinata intera a parlare di sicurezza, nel cuore di Tor Sapienza e in viale Morandi, laddove, due anni fa, andò in scena la rivolta anti-immigrati, o meglio, anti-abbandono. Infine tra le vie de La Rustica, tra capannoni fatiscenti e occupati da gruppi di senza fissa dimora. 

Si è spostata nel V municipio la campagna elettorale di Alfio Marchini, che oggi ha incontrato i cittadini e i comitati dei due popolari quartieri della Capitale. Primo appuntamento della mattinata in piazza De Cupis, centro del quartiere di Tor Sapienza. Da lì, a piedi, nell'appartamento di un residente dove il candidato sindaco, dal terrazzo, ha potuto osservare il vicino campo rom di via Salviati, ascoltando le infinite lamentele dei cittadini sui roghi tossici ormai quotidiani. 

"Mi sembra evidente che il tema rimane quello della sicurezza e della legalità -ha commentato il leader- che nel 2016 dobbiamo fare finta di non sapere chi viene in questa città per delinquere è assurdo. Si sanno perfettamente le famiglie nomadi perbene e quelle 'permale'. Chi viene qua per integrarsi purtroppo è la grande minoranza. Purtroppo gli altri vengono con il presupposto di delinquere. Questo campo va spostato". 

Una tappa è riservata anche a La Rustica. Il leader di fronte a un caseggiato occupato, in una zona caratterizzata da piccole casette: "Ogni tipo di attività illegale va stroncata, senza se e senza ma -ha concluso- i cittadini devono sentirsi tutelati. Qui ci sono persone che si sono comprate case e villette con i loro risparmi e sono costretti ad essere abusati da un'illegalità quotidiana. È insopportabile". Poi lo stop finale nella zona di viale Morandi.

"La solita passerella politica, ha fatto il suo lavoro, ma la paura è che tutto si fermi ai proclami, come sempre" commenta Elvio, del comitato Morandi Cremona. La solita passerella per il solito degrado, la solita insicurezza, il solito abbandono tra sporcizia, strade al buio, case popolari pericolanti, e lo steccato centrale occupato in condizione igienico-sanitarie al limite del vivibile. Tutto identico al 2014, quando Marino prometteva grandi rivoluzioni. 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Bilancio, via libera della Giunta: ecco come verranno spesi i soldi per i prossimi tre anni

    • Cronaca

      Meningite: bimba di 6 anni ricoverata al Gemelli, profilassi per studenti ed insegnanti

    • Cronaca

      Incendio al Tufello, i residenti: "Il fumo ci stava soffocando. Salvati dal coraggio dei pompieri"

    • Monteverde

      Stazione Quattro Venti: il municipio perde 150mila euro per il restyling del verde

    I più letti della settimana

    • Ragazza muore investita su via Casilina. Pirata della strada prima fugge, poi si costituisce

    • Centocelle: frutta e verdure mal conservate, sequestrate 233 cassette ortofrutticole

    • Tor Sapienza: fermati dopo inseguimento picchiano i vigili urbani

    • Via Salviati, tornano i camion intorno al campo: "Alla faccia degli interventi promessi"

    • Parco di Tor Tre Teste nel degrado tra feci, siringhe e quel che resta del polo del Coni

    • Municipio V, contro i vandali a scuola interventi sui sistemi d'allarme

    Torna su
    RomaToday è in caricamento