CentocelleToday

Marchini in tour da Tor Sapienza a La Rustica: "Stroncare ogni attività illegale"

Il leader candidato sindaco ha visitato i quartieri del V municipio questa mattina. Da i roghi di via Salviati al degrado di viale Morandi: "Sicurezza e legalità le priorità per il territorio"

I cuori spezzati fanno tappa a Roma est. Una mattinata intera a parlare di sicurezza, nel cuore di Tor Sapienza e in viale Morandi, laddove, due anni fa, andò in scena la rivolta anti-immigrati, o meglio, anti-abbandono. Infine tra le vie de La Rustica, tra capannoni fatiscenti e occupati da gruppi di senza fissa dimora. 

Si è spostata nel V municipio la campagna elettorale di Alfio Marchini, che oggi ha incontrato i cittadini e i comitati dei due popolari quartieri della Capitale. Primo appuntamento della mattinata in piazza De Cupis, centro del quartiere di Tor Sapienza. Da lì, a piedi, nell'appartamento di un residente dove il candidato sindaco, dal terrazzo, ha potuto osservare il vicino campo rom di via Salviati, ascoltando le infinite lamentele dei cittadini sui roghi tossici ormai quotidiani. 

"Mi sembra evidente che il tema rimane quello della sicurezza e della legalità -ha commentato il leader- che nel 2016 dobbiamo fare finta di non sapere chi viene in questa città per delinquere è assurdo. Si sanno perfettamente le famiglie nomadi perbene e quelle 'permale'. Chi viene qua per integrarsi purtroppo è la grande minoranza. Purtroppo gli altri vengono con il presupposto di delinquere. Questo campo va spostato". 

Una tappa è riservata anche a La Rustica. Il leader di fronte a un caseggiato occupato, in una zona caratterizzata da piccole casette: "Ogni tipo di attività illegale va stroncata, senza se e senza ma -ha concluso- i cittadini devono sentirsi tutelati. Qui ci sono persone che si sono comprate case e villette con i loro risparmi e sono costretti ad essere abusati da un'illegalità quotidiana. È insopportabile". Poi lo stop finale nella zona di viale Morandi.

"La solita passerella politica, ha fatto il suo lavoro, ma la paura è che tutto si fermi ai proclami, come sempre" commenta Elvio, del comitato Morandi Cremona. La solita passerella per il solito degrado, la solita insicurezza, il solito abbandono tra sporcizia, strade al buio, case popolari pericolanti, e lo steccato centrale occupato in condizione igienico-sanitarie al limite del vivibile. Tutto identico al 2014, quando Marino prometteva grandi rivoluzioni. 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lacrime e palloncini bianchi per i funerali di Noemi Carrozza: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Eur

    Eur, l'Acquario di Roma fa le prove generali: il 2 luglio "pre-opening"

  • Politica

    Portuense, il parco arriva insieme alle case: "Presto la delibera in Aula"

  • Cronaca

    Spari alla festa, DJ ferito alla spalla con un colpo esploso da un fucile

I più letti della settimana

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Tragedia sulla via del Mare: auto si scontra con moto e si ribalta, un morto ed tre feriti gravi

  • Mezza Maratona di Roma: 21 chilometri in notturna, sabato con strade chiuse e bus deviati

  • Ostia: Noemi Carrozza muore in incidente stradale, nuoto italiano sotto choc. Addio a stella del sincro

  • Immersione fatale per un noto chirurgo ortopedico: morto Fabio Lodispoto, operava alla Mater Dei

  • Droga ed estorsioni col metodo mafioso, così "Zio Franco" controllava la zona di Montespaccato

Torna su
RomaToday è in caricamento