CentocelleToday

Fosso di Santa Maura, dopo due anni di solleciti arriva la bonifica. M5s gioisce: "Merito nostro"

Ed è polemica con i residenti e i consiglieri d'opposizione

Il fosso bonificato

"Siamo intervenuti eseguendo la manutenzione del fosso di via Collatina 443". I pentastellati del V municipio esultano, ma la buona notizia apre polemiche su più fronti. A incensare l'operato della giunta Cinque Stelle per l'avvenuta operazione di bonifica del fosso di Santa Maura, a La Rustica, l'assessore all'Ambiente Dario Pulcini, che non manca di attaccare l'operato, a suo dire inefficace, di chi lo ha preceduto. "Nel 2009 i residenti subirono ingenti danni a causa della mancata manutenzione dello stesso da parte dell'amministrazine - scrive sulla sua fanpage - la quale dovette risarcire i residenti, creando così un doppio danno a spese dei cittadini". 

Poi le parole di encomio: "Stiamo portando avanti un cambiamento epocale: finalmente l'amministrazione agisce in prevenzione invece che con provvedimenti d'urgenza e a danni fatti". E la sfilza di hashtag: "#dallapartedeicittadini #manutenzione straordinaria #romarinasce #municipioV". Il post però non piace, e scatena un botta e risposta al veleno con opposizione e residenti. A puntualizzare, in prima fila, i consiglieri democratici. "Non hanno mai fatto la bonifica in questi due anni, li abbiamo sollecitati più volte ma quando c'è da compiacersi si dimenticano i dettagli" dichiara su tutte le furie la consigliera Maura Lostia, che elenca gli atti con i quali il Pd ha chiesto in Aula di attivarsi per ripulire il fosso, e garantire così il corretto deflusso delle acque piovane. 

Un'interrogazione del 13 settembre, un'altra del 27 settembre, una mozione del 9 novembre. E una risposta a ottobre fornita dal minisindaco Giovanni Boccuzzi: "La richiesta è stata inoltrata al dipartimento Simu (Lavori pubblici) competente in materia". Vero, l'intervento è di competenza dipartimentale. Ma allora "perché vantarsi di un intervento che non solo abbiamo richiesto noi come partito democratico, ma che non hanno nemmeno portato a compimento loro?". Insomma, l'autocelebrazione non è piaciuta, nemmeno ai cittadini.

"Abbiamo mandato diverse mail a settembre, avevamo paura che con le piogge in arrivo ci saremmo ritrovati come anni fa, sommersi dall'acqua. Per fortuna non è accaduto, ma non per merito dei Cinque Stelle che si sono mossi dopo due anni di richieste" racconta Massimo Quintavalle, amministratore di condominio di plesso residenziale Linea Nuova. Qui abitano circa 300 famiglie. Dieci anni fa l'ostruzione del fosso, completamente intasato da vegetazione spontanea mai tagliata, contribuì a un allagamento che costò 100mila euro di danni pagati da Roma Capitale. 

L'episodio mise in allerta gli abitanti della zona, che puntualmente, prima di ogni stagione delle pioggie, richiedono all'amministrazione un intervento di pulizia. Stavolta però non hanno ottenuto risposte per quasi due anni. "Siamo stati costretti a mettere da soli dei pannelli in plexiglass vicino alle case per evitare il peggio. Ora finalmente la pulizia è stata fatta. Sono cento metri di canneto, una sciocchezza che si fa in due giorni. Possibile che abbiamo dovuto aspettare tutto questo tempo?". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento