CentocelleToday

Via dei Castani, la pedonalizzazione fa discutere. Boccuzzi: "Ne parleremo con i cittadini"

La Rete imprese Castani ha indetto un'assemblea per il 20 marzo

Il progetto era stato annunciato dal Campidoglio all'inizio dell'anno: le isole ambientali arriveranno anche in periferia. Centocelle compresa. Al vaglio la possibilità di bandire le auto, la cosiddetta pedonalizzazione, in via dei Castani, da piazza San Felice a piazza dei Gerani. 

Un progetto "ancora allo stato embrionale" ha spiegato a Romatoday il presidente del V municipio Giovanni Boccuzzi, "tutto ancora da costruire. Ad oggi abbiamo tenuto qualche incontro con Enrico Stefàno (presidente della commissione capitolina Trasporti, ndr) ma prima di arrivare ad una definizione organizzeremo delle commissioni municipali e condivideremo i dettagli con i cittadini. Non ci sarà alcun progetto calato dall'alto. Se i residenti si eprimeranno in maniera contraria potrebbe non andare proprio in porto. La partecipazione è nelle nostre linee".

I primi a mobilitarsi sono i commercianti organizzati nella Rete imprese Castani, che hanno già invitato i cittadini, assessori comunali e minisindaco a un confronto pubblico sul tema che si terrà il prossimo 20 marzo presso il teatro della parrocchia di San Felice. Non una posizione contraria ma la decisa volontà di non accettare alcun progetto calato dall'alto. "La pedonalizzazione di via dei Castani è un progetto attuabile?" la domanda che invita alla partecipazione. Molti i dubbi ai quali andrà data una risposta: "Le infrastrutture, i trasporti, la sicurezza e i parcheggi adeguati verranno realizzati precedentemente? La movida che si genererà porterà dsagi ai residenti? Il cambio di viabilità previsto per tutto il quartiere congestionerà ulteriormente le altre strade? Quanto costerà parcheggiare? Le imprese commerciali già tanto sofferenti resisteranno?". 

Ad aver dichiarato guerra al progetto è Fratelli d'Italia: "La pedonalizzazione di una strada avrebbe senso se alle estremità della via si creano prima dei parcheggi multipiano e siano già attive delle attrazioni per i cittadini, anche perché si tratta di una strada di periferia e non di un luogo centrale dove transitano migliaia di turisti al giorno, con i mezzi pubblici che funzionano regolarmente e con accettabili tempi di attesa e non come i bus e la metro che ci sono nei quartieri di periferia. Togliere i parcheggi sulla via, tra l’altro, comporterebbe il caos dal punto di vista veicolare sulle altre strade limitrofe" scrivono in una nota Francesco Figliomeni, vice presidente dell’Assemblea Capitolina, Daniele Rinaldi, coordinatore del V Municipio e Walter Pacifici, già consigliere del Municipio Roma V.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento