CentocelleToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | La Pecora Elettrica ancora a fuoco: nuovo incendio a 24 ore dalla riapertura

Le immagini del locale completamente distrutto dalle fiamme, a pochi passi una pizzeria bruciata lo scorso 9 ottobre. Ed è allarme sicurezza

 

Erano pronti a a riaprire. Il 7 novembre la Pecora elettrica, grazie anche ad una gara di solidarietà partita da commercianti e abitanti di Centocelle, avrebbero riaperto le serrande dopo l’incendio subito lo scorso 25 aprile. Invece no. Le fiamme appiccate nella notte tra martedì 5 e mercoledì 6 novembre si sono portate via tutto: mobili, libri, bar. I proprietari, stretti in un lungo abbraccio degli amici, preferiscono non parlare, ma è evidente lo stato animo di chi è pronto ad arrendersi.

"Tre casi in pochi mesi, l’amministrazione di questa città deve prendere una posizione - dice un amico dei titolari della Pecora elettrica e abitante di Centocelle -. Sono 30 anni che qui fioriscono attività illecite, spaccio, evidentemente locali come la Pecora danno fastidio. Non a caso hanno dato fuoco anche ad una pizzeria qui vicino".

Valerio Pasqualucci, 27 anni e padre di due bambini, è il titolare delle Cento55: "Aspettano solo il morto per intervenire - dice -. Io riaprirò, ma la paura tra la gente è tanta. Le istituzioni e le forze dell’ordine devono metterci nella condizione di lavorare tranquilli".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento