Centocelle Today

Centocelle, è allerta tra i genitori per il parco inquinato: "A rischio la salute dei bambini"

Un incontro aperto ai genitori di tutte le scuole che ricadono nel quadrante del polmone verde. Il Comune non ha ancora avviato la bonifica e la preoccupazione cresce tra i genitori, pronti a mobilitarsi

Sempre più preoccupati i papà e le mamma dei bimbi di Centocelle. Chi abita e porta i figli a scuola nei pressi del parco archeologico devastato dai rifiuti ha paura delle conseguenze: nell'area dell'ex tunnel Mussolini, in corrispondenza del canalone, una massa di immondizia accatastata aspetta da settimane di essere smaltita, più l'inquinamento del sottosuolo e i fumi che per quasi due mesi hanno appestato l'aria. 

Ieri pomeriggio si è tenuto un incontro aperto ai genitori delle scuole della zona presso lo spazio di coworking l'Alveare. Quaranta persone in rappresentanza di 10 istituti per fare il punto sugli interventi delle istituzioni per bonificare il sito, ancora quasi a zero, insieme all'annosa questione degli autodemolitori. Un silenzio che accresce i timori dei cittadini. 

L'ORDINANZA E' SCADUTA E DELLA BONIFICA NEMMENO L'OMBRA

"Nonostante esistano delibere in merito all’allontanamento degli autodemolitori (DGC n. 451 del 23/12/2009 e DGC n. 181 del 25/06/2014), attualmente ancora parte attiva della produzione di rifiuti contaminanti, e Ordinanze in merito alla bonifica dei rifiuti (Ordinanza del Sindaco n. 22 del 10 febbraio 2017), nulla succede" spiegano dal comitato Pac Bene Comune.

Durante la riunione sono stati definiti alcuni punti propositivi da sottoporre alle istituzioni: dalla "necessità di coordinamento tra tutti i soggetti istituzionali interessati ai processi di gestione e di bonifica dell’area (Roma Capitale, Regione Lazio, ARPA Lazio, Municipi, ecc…) all'impegno da parte di Roma Capitale al monitoraggio, pianificazione della bonifica e esecuzione della stessa nei più brevi tempi possibili (la individuazione dei relativi fondi non sembra essere tale da ritardare il tutto, data la gravità della situazione)". E ancora si chiede "a Roma Capitale l’allontanamento degli autodemolitori nei più brevi tempi possibili, con informazione ai cittadini sullo stato dei luoghi e su ogni novità in merito ai processi di monitoraggio, nonché coinvolgimento nei processi decisionali". 

Il tutto ribadendo l'impegno a portare avanti "azioni di informazione, sensibilizzazione e coinvolgimento dei genitori e degli insegnanti nelle proprie scuole, anche tramite una rete di informazioni realizzata dal Coordinamento Popolare per il Parco Archeologico di Centocelle (realtà in cui si riuniscono i cittadini in forma libera e associata che contribuiscono alla lotta per la tutela della salute e la realizzazione del Parco)". Tra le idee la "possibilità di una attività di monitoraggio degli inquinanti autofinanziata". E ancora "una giornata di mobilitazione" rivolta alla sindaca di Roma. 


 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Incidente stradale a Ciampino: morto 29enne, due feriti gravi

    • Cronaca

      Incendio ad Anagnina: jumbo bus in fiamme al capolinea

    • Val melaina

      Parco Jonio, murales e rinascita dal basso. La Sindaca: "E' modello per tutta la città"

    • Cronaca

      A Roma due falsi casi di Blue Whale: cresce la paura per il gioco che spinge i giovani al suicidio

    I più letti della settimana

    • Centocelle: scarsa igiene e frigoriferi rotti, chiuso minimarket

    • #stradenuove | "Viale della Primavera rifatta? Solo romanelle"

    • Piazza Pascali, dove il commercio ambulante "umilia" il trasporto pubblico

    • Tor Sapienza, arriva l'assessore e il parco Barone Rampante viene tirato a lucido

    • Tor Sapienza, black out alla stazione: da due notti il quadrante è al buio

    Torna su
    RomaToday è in caricamento