CentocelleToday

Valori immobiliari, Roma Est in calo dello 0,9 per cento: recupera l'Alessandrino

La diminuzione della zona, che comprende anche San Giovanni, è in linea con il resto della città

Immagine di repertorio

Nei primi sei mesi del 2019 i valori immobiliari di Roma sono calati dello 0,9 per cento. E l’area di Roma Est, nella quale è ricompreso anche il V municipio, è in linea con la media del resto della città. È solo uno dei dati che emergono dall’elaborazione effettuata dall’Ufficio Studi Tecnocasa sulla base di dati dell’Agenzia delle Entrate.

Calano i valori ma le compravendite aumentano: dopo il più 3 per cento registrato tra il 2017 e il 2018, anno in cui ne sono state effettuate oltre 32 mila, il primo semestre del 2019 ha segnato un incremento del 6,9 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente con transazioni pari a 16.690.

Come detto la macroarea di San Giovanni Roma Est il calo dei valori immobiliari è in linea con la media del resto della città, meno 0,9 per cento, più del centro che resta su valori stabili ma meno della zona compresa tra Monteverde e Aurelio, crollata del 2,8 per cento, o quella di Roma Sud, con meno 1,4 per cento.

Nel V municipio, però, non tutti i valori sono in calo. Da segnalare è il recupero rispetto agli anni precedenti del quartiere Alessandrino, nato tra la fine degli anni ’50 e gli anni ’60, composto prevalentemente da palazzine basse di 4 o 5 piani con 10-12 appartamenti, in alcuni casi prive di ascensore. Dal mercato viene recepito come un quartiere ben collegato all’area centrale di Roma grazie alla presenza di due strade consolari molto importanti come la Casilina e la Prenestina.  

“Comprano soprattutto famiglie al primo acquisto o che desiderano migliorare la qualità abitativa. Il taglio più richiesto è il trilocale da 70 metri quadrati che attira la domanda anche di coloro che vivono nei quartieri limitrofi e che qui trovano un buon compromesso”, si legge nel report elaborato da Tecnocasa. “In aumento l’offerta di monolocali di cui c’è meno richiesta. La maggioranza dei potenziali acquirenti ricorre al mutuo ma non mancano gli acquisti per investimento, in genere si tratta di persone che investono mediamente 110 mila euro per l’acquisto di soluzioni da 50-55 metri quadrati da mettere a reddito e da affittare a 600-650 euro al mese".

Quotazioni più "elevate” conclude lo studio “si registrano per alcune soluzioni signorili presenti su viale Alessandrino, via dei Girasoli e via dei Ribes dove è possibile acquistare tipologie degli anni ’70 dotate di ascensore, box e posto auto a 2200 euro al metro quadrati. Più difficile vendere le soluzioni posizionate su via Palmiro Togliatti. Negli anni scorsi sono sorte nuove costruzioni, alcune delle quali ancora invendute perché collocate a 3000 euro al metro quadrato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento